E rieccomi qui

Si lo so, vi chiedete se ho preparato la mia lista di buoni propositi. Si. In effetti si, il giorno stesso che ho pubblicato lo scorso intervento, solo mi sono dimenticata di pubblicarla qui 🙄

Perché? Beh ovvio, immagino che voi non vediate l’ora di leggere i miei sproloqui e di farvi gli affari miei, io d’altronde sono passata dal diario segreto al diario pubblico (che poi nemmeno è vero, io il mio diario segreto lo ho sempre e ci metto tutto ciò che non è lecito raccontare), ma ho avuto DAVVERO un paio di settimane da incubo.

In primis Ilaria che stava male 


e chi mi conosce sa che, essendo io un soggetto ansioso, anche una semplice influenza per me significa visioni di morte 💀 e di dolore 😖 .

Poi ci sono stata io, mal di testa che sembrava mi stessero aprendo il cranio in due e dolori agli occhi tanto forti da evitare la luce del sole come la peste (e ovviamente l’idea che si insinuava nel cervello che fosse un tumore nascosto chissà dove). Se state pensando che io sia ipocondriaca vi dico subito di no, altrimenti passerei la vita tra medicinali e medici, la verità è che io invece i medicinali li fuggo come la peste e i medici pure. 


Insomma, ieri è passato il mal di testa ed ecco che oggi sono qui a scrivere sul mio iPadDino (si, gli ho dato un nome), pigiando su questa tastierina che io adoro e trovo comodissima (non meno della tastiera meccanica wirlessssss che mi ha regalato il mio amore per Natale, rosa confetto, poteva essere diversamente?) Ma a voi non ve ne frega nulla delle mie preferenze Aitech lo capisco. Quindi andiamo oltre.

La mia lista di buoni propositi? Ok subito.


Eccola qui, da notare la punta del mio piedino. Inutile dirvi che appena stilata la lista almeno la metà dei miei buoni propositi sono andati a farsi benedire. Non ho contato fino a 10 e Ho litigato con Fra partendo di petto come faccio io e individuando il nemico nella persona che ho di fronte, di pazienza ne ho avuta poca, ho detto una sfilza di parolacce che nemmeno in un camionista molesto e per chiudere in bellezza avevo un barattolo con la nocciolata. Si appunto. Avevo. Ovviamente il mio spirito non ne ha giovato e quindi anche la spiritualità che volevo recuperare è finita qualche gradino più giù nel baratro. In meno di mezz’ora stavo per blastare la mia lista, perché poi si sa, l’odio sale e ci passano pure le persone che non hanno fatto nulla, chi c’è nei paraggi. E qui oltre alle figlie avevo anche la mamma. Quindi levavo pure la parte della parentela tutto in un colpo. Un record. Davvero. E li avevo appena scritti! Passata la tempesta mi sono fatta i complimenti da sola. Se lo avessi organizzato un fallimento quasi totale di una lista di buoni propositi nel giro di un’ora e mezzo non sarebbe stato così preciso. Vabbè dai. Io sono un diesel, i migliori non si vedono mai alla partenza ma all’arrivo (seeeeeeee 🙄).

Detto questo diciamo che non ci sono stati solo aspetti negatici in questo gennaio, benché debba ammettere che questo 2017 ha già messo a dura prova la mia proverbiale pazienza (inesistente). Che poi sarebbe semplice no, basterebbe passare almeno un gennaio decente che già farebbe la differenza. 

Ma dicevamo. Non tutto è andato poi malaccio. Qualcosa è andata pure bene 😝


Ed eccola qui la nostra buona notizia. Questa è Porzia ( e guai a chi avrà qualcosa da dire), ha il nome del mio pucciosissimo e amato personaggio di animal crossing (che porco culo non riesco mai ad avere poi). 

Si, i colori non tornano, ma quando devi prendere un cagnotto non è che stai a guardare le sottigliezze.

La nostra piccola principessina arriverà a casa entro metà febbraio, con vaccini, microchip, sverminata e spulciata. Insomma, con il servizio completo (o quasi). Ed io sono felicissima, erano anni che sognavo di riavere un cagnotto in casa onestamente, mi mancava davvero tantissimo 😍😍😍

E questo è quanto per ora. 

In effetti avrei anche qualche altra cosa da scrivere, magari sul lavoro, magari sulle stronze che mi capitano a tiro, ma diventerei la solita lamentosa, che già ci ho dato dentro fino ad ora 😅

Ciauz 😘😘 

Annunci

3 thoughts on “E rieccomi qui

  1. Beh, quando si ammala un figlio le mamme sono sempr ein ansia. La mia mi comprava i “michetti” (quella specie di cracker a biscotto della mulino bianco) perché diceva che aggiustavano lo stomaco. Anche a casa mia i medici e le medicine sono bandite, ma quelle rare volte che proprio si devono prendere, beh, una moment è concessa ogni tanto (soprattutto in quei giorni lì, quando il mal di pancia ti squarcia le budella).
    I buoni propositi. Odio i buoni proposit perché non puoi sapere come vada nell’arco dell’anno. Vorresti dimagrire, poi ti ritrocvi con lo stipendio che non basta per completare il mese e devi centellinare anche sulle spese necesarie (come la pasta e tutto il resto) e allora qui voglio vedere se il buon proposito è davvero così buono.

    Mi piace

  2. Ma quanto è bella la tua futura cagnolina!!Anche se sono di parte, è similissima al mio maschietto di 8 mesi quando aveva 2/3 mesi.. hanno anche la stessa macchia bianca, pazzesco 😀 quanto ha? 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...