Giornate veloci

È ricominciata la scuola  finalmente, ma devo dire che quest’anno ha avuto un sapore differente. Non il solito respiro di sollievo per il silenzio in casa, anche se ne avevo VERAMENTE necessità, ma un respiro come di rassegnazione. Le mie bambine oramai sono bambine grandi. Sopratutto Maria che quest’anno è entrata in prima media.

Non lo so, mi sembra addirittura di vedere un comportamento differente in lei, uno sguardo diverso, una diversa consapevolezza. E non parlo del fatto che le medie sono un cambiamento enorme, parlo proprio di una cosa generale (anche se a casa continua ad essere sempre la stessa rompi coglioni).

Le giornate sembrano non bastarci mai ultimamente, come se le ore sfuggissero di mano e scivolassero verso un buco nero dove nemmeno ci rendiamo conto che sono trascorse. Inizio la giornata alle 6, la termino pure dopo mezzanotte a volte (pure molto dopo), eppure le ore non mi bastano mai. Arriva l’ora di pranzo che sto correndo, il pomeriggio che sto correndo, l’ora di cena che sto correndo, e a fine giornata mi rendo conto che non ho terminato quello che volevo fare. Non mi è bastato il tempo. Non è possibile …

Lavoro, casa, bambine, commissioni, e del tempo per me, per noi, nemmeno l’ombra. Non solo non rimane tempo per me, ma non rimane tempo nemmeno per vivere la famiglia, per guardarci un film insieme, per giocare a qualche videogioco. Niente. Non rimane il tempo per fare nulla. Tipo il Nulla de “La storia infinita” presente? Mangia tutte le ore della giornata e  ti lascia con in mano il vuoto 😐.

Non capisco se possa essere un problema mio, forse il tempo lo gestisco male … o magari semplicemente ti avvicini ai 40 e succede questo, succede che sei talmente proiettato verso le cose che DEVI fare, da dimenticarti di lasciare del tempo per le cose che VUOI fare. Come se ci fossero solo responsabilità. 😔

Ma io non le voglio tutte queste responsabilità. Cioè, le voglio, ma non voglio solo loro. Voglio poter spiegare le mie ricette ai bambini del Gomitolo, voglio avere il tempo per giocare come un’idiota ai videogiochi, voglio il tempo per stare con le bambine a vedere un film, voglio il tempo per una passeggiata che non sia per forza di cose legata a qualche commissione da fare, voglio le risate di gusto, voglio avere il tempo per disegnare, scrivere, ballare, curare le mie piante 🌱. 

Posso chiedere qualche ora in più al giorno? O un pulsante per l’accelerazione che mi permetta di svolgere certe mansioni più svelta in modo da guadagnare del tempo.

Ah, sopratutto, porco culo, posso chieder che smettano le scosse di terremoto che credo che tutti noi, da nord a sud, da est a ovest, isole comprese, ci siamo davvero rotti i coglioni? No, perché la moda ballerina  💃 di quest’inverno, davvero, non mi piace 👎. E basta case giù, e basta sfollati, e basta bambini traumatizzati, e basta morti e feriti. E basta cazzo.

Annunci

4 thoughts on “Giornate veloci

  1. Il tempo. Non so come facevano i miei nonni a trovare il tempo per narrare le storie della guerra, per preparare le patate sul fuoco del caminetto, per gestire sette figli e per lavorare la terra dalle quattro del mattino fino a tarda sera. Forse vivevano su Giove, dove un giorno dura quasi quanto un anno! O forse non c’era lo stress di portare a casa uno stipendio, non tanto per mantenere la fam, quanto piuttosto per pagare le tasse, e le bollette, e le spese che la quotidianità impone!

    Mi piace

    • In effetti c’è pure quello di cui si dovrebbe tener conto. Corri, lavori, ti sbatti, e poi, di tutto quello che riesci a fare, per te e per la tua famiglia non ti rimane nulla. Giusto un piatto di minestra la sera, se sei tra quelli più fortunati, perché ricordiamocelo, ad alcuni, non rimane nemmeno quello 🙄.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...