Ansia

Ed eccomi di nuovo qui. Ci sono post che distano mesi e post lontani tra loro solo qualche giorno.

Sono a Roma, credo che oramai lo sappiano tutti, anche perché divento particolarmente irascibile e lamentosa quando sono qui. Praticamente a tratti risulto insopportabile anche a me stessa.

Maria è andata al mare, la prima vacanza da sola, la prima volta che è lontana da me ma non è con persone della mia famiglia, benché sia con persone delle quali io mi fido ciecamente, altrimenti col cavolo che ce la mandavo.

Non vedeva l’ora di partire, doveva essere un momento di crescita per lei e un momento di crescita anche per me, lei doveva divertirsi e doveva costruire i primi bellissimi ricordi delle sue vacanze con le amiche, ed io sarei dovuta rimanere a casa a struggermi dalla preoccupazione perché non posso buttare un occhio su quello che fa.

Ma già dalla sera, appena arrivata, la telefonata che doveva farmi capire che la scelta fatta fosse la migliore mi ha attaccato tanta più ansia di quella che già non avevo mentre era solo in viaggio.

Sono consapevole che Maria sta vivendo un periodo particolare, sbalzi d’umore dovuti agli ormoni e grandi cambiamenti interni. Le “vacanze” giù ne sono stati un assaggio. Ma avere a che fare con i suoi dubbi e i suoi “sto bene” “non so se sto bene” “voglio tornare” “non voglio tornare” “ho paura di fare figuracce” “voglio stare con voi prima di ferragosto” “voglio rimanere fino a settembre” e via dicendo, mi hanno fatto aumentare l’ansia in maniera esponenziale.

Le sue telefonate mi mettono nella difficile situazione di NON SAPERE COSA FARE. Una cosa mai successa prima. Anche quando ho rischiato la morte sapevo perfettamente cosa dovevo fare. Gli stati umorali di Maria invece mi confondono in questo periodo, perché ho già un rapporto non troppo buono con i miei di stati umorali, mi ci mancano solo i suoi, in questo modo non riesco a stare dietro a quelli di nessuno, ed è caos nella mia vita che cerco di mantenere organizzata e “sicura” per non uscire fuori di melone. I risultati sono una continua ansia feroce. Se poi ci aggiungiamo tutto il nervoso che mi sto prendendo, credo che la gastrite, se non proprio un’ulcera, sia assicurata.

Ansia ansia ansia ansia ansia

Ansia ansia ansia ansia ansia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...