Scoprendo.

Solo due settimane di vacanza quest’anno. Due settimane che mi hanno fatto scoprire tante cose. Prima di tutto mi hanno insegnato che le mie figlie stanno crescendo, a prescindere dall’età che hanno, sono più grandi. E non è importante la differenza di caratteri enorme che c’è tra loro, il fatto che litighino e a momenti quasi non si sopportino l’una con l’altra. Sono più grandi,  e come genitori stiamo facendo un lavoro più che ottimo. Se Ilaria non avesse cominciato con il periodo delle paure sarebbe pure meglio. Ho scoperto che Ilaria non è la bambolina dolce dolce tutta coccole che credevo, ma che crescendo sta prendendo una buona piega di stronzaggine, e la cosa non mi dispiace troppo ( un pochino stronze nella vita è meglio esserlo).

Mostriciattoli n macchina

Mostriciattoli n macchina

Ho scoperto che Maria non è l’eterna insoddisfatta e che se le si regala qualcosa che desidera molto è capace di urlare e di piangere. Ho scoperto che il mondo è pieno di persone diverse (che novità ) e che, a quanto pare,  conosco almeno una persona che ha un problema esistenziale differente, e che di questa cosa mi sono rotta le palle. Ho anche scoperto che no, non è come pensavo da ragazza, le comuni non fanno per me, anzi, vivere in una situazione simile alla comune farebbe sfociare il marcio che è in me (e che è in ognuno di noi) e trasformandomi in un serial killer, quelli tipici dei film splatter. Ho scoperto che riesco ad immaginare almeno 40 modi differenti per uccidere una persona. Ho imparato che non si lanciano i mattoni vicino alle finestre (ma credo lo abbia imparato di più qualcun’altro). Ho scoperto che la mia pazienza ha un livello di tollerabilità molto più basso di quello che credevo (e che già sosteneva fosse basso). Ho scoperto che le persone non sempre sono quelle che credi o che avevi conosciuto o che pensavi di conoscere,  ma che possono essere irrimediabilmente peggio. Ho imparato che i ricordi racchiusi negli oggetti non servono ad un cazzo, sopratutto quando non ti bastano 40 buste di spazzatura per liberartene. Ho scoperto che ho amiche che non ho mai incontrato più importanti di persone con le quali ho passato insieme anni  (ma questa è stata solo una ripassata in effetti). Ho scoperto che il modo che avevi di vedere le persone da bambina e da ragazza è veramente differente dal modo i  cui le vedi e le valuti da adulta. Ho imparato che sognare di tornare è differente dalla reale possibilità di farlo e che a volte si dovrebbe “lasciar andare”, proprio come si fa con il ricordo di un defunto, l’idea romantica di una rimpatriata e valutare senza sentimenti di sorta la cosa giusta da farsi. Ho imparato che alle persone bisogna dare la possibilità di farsi conoscere e ho scoperto che persone che mi piacevano un po’ invece mi piacciono parecchio. Ho scoperto che amo le mie cugine e i miei cugini (1) incondizionatamente. Ho scoperto che posso ridere con zio Mauro dopo molto tempo che non lo vedevo come ridevo con lui quando ero bambina. Ho riscoperto e rivalutato diverse cose. Ho scoperto che esistono bambini veramente brutti e veramente odiosi, e che i capricci di un bambino/a viziato possono scordarmi l’arpa come nessun’altra cosa. Ho oltre Sì scoperto che non voglio avere MAI PIÙ a che fare con suddetti bambini. Ho imparato che dire sempre si da alle persone il diritto di convincersi di poter pretendere (so anche che in alcune situazioni sarò comunque costretta a dire si, mio malgrado). Ho scoperto che “tale madre tale figlia” a volte non è un bene (e non è rivolto a nessuno della mia famiglia, ovviamente). Ho imparato che non posso cambiare gli altri, quindi sarà il caso che amplii un attimino la mia capacità di adattamento. Ho imparato che spiegare a Ilaria che una mamma ha ucciso il suo bambino perché ha “perso la testa” non è il modo migliore, sopratutto non va bene se “perdere la testa” è una frase che utilizzi spesso. Ho scoperto che posso essere falsa più di quanto credessi,  e che fare  “Buon viso a cattivo gioco” mi riesce veramente bene. Ho imparato anche che dire vaffanculo in suddette situazioni è molto più soddisfacente. Ho scoperto che odio i letti a ponte. Ho finalmente imparato a mettere un cuscino in mezzo al letto a ponte per non distruggermi con il legno centrale (solo chi dorme nel letto di sotto aperto mi può capire). Ho imparato che sono in grado di portare rancore, per sempre.

20150803_194522
Durante queste brevi vacanze mi sono stancata più di quanto mi sono riposata, sopratutto psicologicamente. E adesso che sono a Roma avrei bisogno di una vacanza per riposarmi dalla vacanza, o di un mitra. Bah, ogni anno poi si dice, l’anno prossimo andrà meglio. Vedremo.

Per il resto che dire …

Mi sono letta un libro che rimandavo da tempo, non ho litigato nemmeno una volta con Fra, ho bevuto poca birra (e non lo so se questo è un bene) e non ho bevuto per niente il vino con le pesche di mio zio (e questa è una tragedia), non abbiamo fatto nessuna cena e non ho mangiato nemmeno una fettina di carne di cavallo (una cosa assurda), sono riuscita a mangiare 3 volte la pizza di Cagliari e 2 di queste erano di Mimì (il cielo lo abbia in gloria), finalmente Maria e Ilaria hanno fatto il bagno al mare di notte (io però no), il brucomela è sempre divertente (sopratutto se c’è Sara), i gonfiabili sono uno spasso (sempre se Sara ci si infila di nascosto insieme ai bambini), gli autoscontro sono sempre una figata e ai bambini sono piaciuti da morire, non voglio mangiare insalata di riso fino alla prossima estate, ho ritrovato cose interessanti nella cantina di mia mamma, ho riguardato volentieri tutti gli oggetti ancora nella mia scrivania, ho riaperto le scatolette, annusato i profumi ancora in perfetto stato, riletto gli appunti e le lettere, ho visto 3 film pallosissimi (Per fortuna al tempo che fu non sono andata a vederli al cinema), il giorno della festa dei bambini sono stata benissimo con tutti, sono felice per aver rivisto Tore, sono felice per aver visto Luisa (una volta e di sfuggita).

Quest’anno ho lasciato la mia terra con l’amaro in bocca più degli altri anni, peccato.

Partenza

Partenza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...