Possibilità.

Oh, ciao ciao. La comunione di Maria è finalmente andata (domenica scorsa per l’esattezza). La speranza che avessi finalmente chiuso con catechismo, suore e catechisti si è rivelata vana. Maria vuole continuare ad andare a catechismo per tutto maggio e vuole pure fare la cresima (ma solo perché vuole essere cresima da Sara ). Preferisco assolutamente sorvolare sui 2 giorni prima della comunione e tutta la settimana dopo, vorrei dimenticare tutto quello che è accaduto, anche se so che non sarà possibile. Giusto per fare un esempio il giorno prima della comunione un altro po’ e accoppo la suora che si occupa, insieme ad una laica, del catechismo dei bambini. Insomma, credo che per riprendermi ci vorrà un anno, ma siccome questa è solo un pensiero tutto mio e dell’accaduto non mi va di parlare,  chiudo qua questa parentesi, con questa foto.

image

Ogni volta che mi piacerebbe dare una svolta differente a questo Blog, mi trovo sempre a vivere delle tragedie, quindi probabilmente è destino che io qui ci scriva sempre da incazzata, per la maggiore. Ma dai su, parliamo invece di come è andato il ricevimento?  Si dai.
Il ricevimento tutto ok, il cibo era buono, le persone erano poche, ma anche loro buone. Una chiacchiera,  un bicchierino, un piattino ed ecco che dalle 11,30 si sono fatte le 17 e tutti sono tornati a casa. Maria era la solita Maria. Un po’ annoiata, contenta dei regali, scocciata nel fare le foto, avrebbe voluto musica e karaoke come ad una festa di compleanno. E magari pure palloncini e trombetta.  Però per la prima volta ha avuto il suo “scarta la carta” e sembrava soddisfatta almeno di quello. Di sera poi sono arrivate Sara e Luisa e hanno portato dei pensierini a tutti e 3 i bambini ( ovviamente a Maria il regalo della comunione che le è piaciuto molto).
L’indomani poi  tutti in giro per Roma. Dalle 11 del mattino fino alle 21 di notte.

image

Martedi mattina poi sono ripartite, solo una toccata e fuga purtroppo 😥.

image

Beh, meglio di nulla! La settimana sarebbe poi anche andata bene ( stanchezza a parte, ovvio) … (e anche estrazione del dente del giudizio a parte), non fosse per altre cose,  ma oramai è andata. Mi auguro la prossima volta di poter finalmente cambiare il titolo del blog,  magari invece di “diario di bordo di una sfigata cronica”, potrei magari poter scrivere,  “diario di una mamma caotica e polemica”, che sarebbe già un netto miglioramento. 😆😆😆

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...