E i regali di Natale nella scuola delle mie bimbe

Bah, diciamocelo, il titolo dei quest’intervento è dovuto solo al fatto che quella stronza della rappresentante della classe di mia figlia minore mi ha letteralmente fatto girare le palle.

Spiego subito, in modo da far capire la situazione. Nella scuola delle mie figlie è pieno di materie facoltative, tipo musica, informatica, inglese, calcetto, danza e cazzi e mazzi. Nella nostra prima esperienza con Maria ovviamente abbiamo dato il via ad una serie di attività extrascolastiche che credevamo addirittura irrinunciabili. Finita la materna di Maria abbiamo tirato le somme, e la maggior parte di loro non servivano ad una benemerita cippa.

Entro nello specifico. Inglese, in 3 anni ha imparato i colori e qualche canzoncina. Musica, forse un pochino di orecchio per il ritmo lo aveva pure messo. Informatica Maria non ha imparato proprio NIENTE. Danza, un altro po’ quando è entrata in una VERA scuola di danza ci picchiano perché l’avevamo messa a fare danza classica troppo presto. Calcetto per fortuna non glielo abbiamo mai fatto fare.

Quest’anno, ovviamente, già preparati dalla precedente esperienza, non abbiamo iscritto Ilaria proprio a NESSUNA materia facoltativa. Abbiamo scoperto che maestro Paolo, quello di musica, ha deciso di far fare musica a tutti i bambini, a prescindere dal fatto che pagassero o meno, ci è piaciuto il poco senso di attaccamento al soldo, e abbiamo deciso di pagargli le lezioni (altrimenti si sarebbe attaccato visto che nessuno gli aveva detto di farglielo fare).

Tutto sembra andare bene, poi, ovviamente, arriva il periodo di Natale e dei regali, un dito al culo (come direbbe Frafra).

Premetto che in classe siamo in 20, e che i maestri fissi (cioè quelli che hanno a che fare con i bambini senza contare le materi extrascolastiche) sono 3 (le due maestre che seguono i bambini in classe e il maestro di ginnastica). Aggiungiamoci quello di musica ed arriviamo a 4. Come quota per i regali di natale hanno chiesto 15 euro a bambino. … 15 euro? Ma dico, che cacchio ce ne facciamo di 300 euro (visto che i bambini sono in 20) per fare il regalo di natale a 4 maestri? No, si vogliono fare i regali anche ai maestri delle materie extrascolastiche. Ho capito, allora i maestri sono 6, di 50 euro a maestro, che cacchio dobbiamo farne? Regalare orologi a tutti quanti? No, a quanto pare però, la rappresentante di classe vuole fare un BEL regalo ai 3 insegnanti principali e pensierini agli altri 3.

Vabbè, ragioniamoci un pochino su, anche prendendo in esame la precedente esperienza con Maria.

Noi eravamo in 16 e mettevamo 10 euro a bambino per i regali di natale, per un totale di 160 euro. Bene. Con quei soldi facevamo i regali ai maestri principali e secondari dei bambini (per un totale di 6 insegnanti), più un pensierino alle maestre della altre 2 classi che passano il pomeriggio tutte insieme con tutti i bambini (quindi altre 2 perone in più), più la direttrice della scuola e la suora che lavora in segreteria e con la quale si ha a che fare ogni giorno (quindi un ulteriore più 2). Per un totale di quante persone? 10. Con quanti soldi? 160 euro.

Bene, adesso, io non ho problemi particolari a mettere 15 euro per i regali scolastici, perché non mi rendono ne più ricca ne più povera, ma veramente non capisco il bisogno di fare dei regali carissimi agli insegnanti. Ovviamente ho posto la domanda, e dopo qualche botta e risposta, che comunque ho condotto senza offendere e con una magna classe, la risposta del genio che rappresenta la classe, e quindi pure me e Frafra con Ilaria, ha avuto la geniale idea di rispondermi dicendomi che:” La sua era solo una proposta e non si aspettava che tutti approvassero i regali di natale”, “Che il RISPARMIO era un priorità per tutti” e che”se volevo mi dava la busta con i soldi e ci avrei pensato io a fare i regali, le facevo pure un gran piacere”. Ma stigrancazzi!

Ovviamente mi sono resa conto che risponderle come avrei voluto avrebbe aperto una guerra interna, quindi anche se la cosa mi è pesata parecchio ho cercato di spiegarle che  la mia non voleva essere una critica ma solo un’osservazione costruttiva, alla fine, se a Natale dobbiamo raccogliere 300 euro per i regali, a fine anno le regaliamo la macchina?

Mi stavo preparando alla guerra in attesa di una sua risposta, ma poi purtroppo la cosa è finita, come ha detto Fra a “tarallucci e vino”, peccato, un po’ di sana rissa verbale mi avrebbe giovato, avrebbe sfogato il mio nervosismo senza per questo ferire qualcuno fisicamente. Mah, aspetto con ansia il natale prossimo e le manie di grandezza della rappresentante di classe, ma magari dovrò aspettare solo fino a fine anno 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...