Addio 2010

Con quasi un mese di ritardo ma eccomi alla fine a dare l’addio al 2010.

Mi ero ripromessa, per l’ennesima volta, di essere puntuale nell’aggiornare queste pagine, ma alla fine, un pochino per stanchezza, un pochino per mancanza di tempo, un pochino perchè quando ho il tempo necessario faccio altro, non riesco proprio a tenere fede alla mia promessa, e la cosa è pure imbarazzante. Se non mantengo le promesse che faccio a me stessa a chi potrò permettermi di farne? Ma alla fine va bene così.

L 2010, dovrei tirare le somme di un anno che ha portato delle belle novità nella mia vita ed in quella della mia famigliola: l’arrivo di un nuovo elemento, tutto rosa e paffuto, con degli occhi che ipnotizzano ed un ugola che uccide, la nostra amatissima Ilaria Diana. Ilaria perchè la mamma di Fra avrebbe voluto altri figli e se avesse avuto la femmina l’avrebbe chiamata così, a me il nome non mi dispiaceva e quindi eccola, Diana invece perchè avevo una paura matta che questa piccola disturbatrice notturna nascesse il giorno della morte di mio padre, allora in una notte di luna piena ho detto ” Diana se me la fai nascere prima del 21 le metto il tuo nome” Così è stato, anche se con solo poco meno di 24 ore di anticipo. Il bello è che io l’avevo solo buttata li, dimenticandomene sedutastante, mi è poi tornato in mente prepotentemente al momento della denuncia della bambina. Fortunatamente Fra non ha avuto nulla da ridire 🙂 Pochi sanno che la bambina si chiama anche Diana, perchè comunque sia preferiamo che venga chiamata Ilaria. In questo anno ormai passato potrei raccontare almeno mille bei momenti, contrapponendoli ai pochi momenti veramente brutti che ho vissuto.

Diciamo che a tirare le somme non mi posso lamentare, sono felice.

I momenti no ci sono e ci saranno sempre, le mie discussioni an Fra saranno sempre accese, io non smetterò mai di urlare quando m’incazzo e di continuare a sostenere che ” quello è bianco”, quindi che la si pianti anche di volermelo per forza far vedere nero.

Si, quest’anno in linea di massima mi è piaciuto, non posso rimproverare nulla a questi 365 giorni. Certo avrei potuto avere un pochino di più. Mi sarebbe piaciuto per esempio che il giudice del tribunale dei minori già alla prima udienza avesse deciso di non far più vedere la bambina a Giuseppe. Invece ancora non so di quale morte dobbiamo morire io e la bambina, anzi, più che altro la bambina. Ma chissà se qualcuno mai si renderà conto di quanto la bambina stia bene senza di lui, di quanto proprio non lo voglia vedere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...